Vai alla recensioneQuesto capolavoro di cinematografia ha una storia semplice e diretta. Un allenatore ormai alla fine della sua carriera allena da molti anni una squadra dalle non proprio rosee possibilit di vincere qualcosa. Ma lui riesce in diversi modi, tutti efficaci (e con un discorso che vale da solo tutto il film) a portarli alla vittoria.

Il grande regista italiano le offre il ruolo di una delle tre sorelle Tettamanzi (le altre due erano Milena Vukotic e Francesca Romana Coluzzi), Fortunata, che diventa la moglie tradita di uno scellerato Ugo Tognazzi. Fortunata di nome e di fatto, visto che è uno dei migliori esordi cinematografici del cinema italiano.Nel 1975 e nel 1982 ritroverà Tognazzi (ma anche Philippe Noiret) in Amici miei e Amici miei Atto II di Mario Monicelli, mentre due sono i film accanto a Sophia Loren: Cassandra Crossing (1976) con Burt Lancaster e Qualcosa di biondo (1984).Altri filmAlla fine degli anni Settanta si distingue in Il borgomastro di Furnes (1979) con Alida Valli e Il prato (1979) dei fratelli Vittorio e Paolo Taviani.I film degli anni OttantaDi minore resa i film degli anni Ottanta, fra i quali segnaliamo Di padre in figlio (1982) di Vittorio Gassman, Sing Sing (1983) con Vanessa Redgrave e le due pellicole di Peter Del Monte Giulia e Giulia (1987) con Kathleen Turner e Tracce di vita amorosa (1990) con Stefania Sandrelli.Dopo aver lavorato accanto a Jeanne Moreau in un piccolo ruolo in In viaggio con Alberto (1990), viene riscoperta da Gabriele Salvatores che la affianca a un Paolo Villaggio in versione dentista nel suo Denti (2000), ma è Paolo Sorrentino che la adora, ritrovando in lei uno dei volti più interessanti del cinema italiano, a imporla per la seconda volta sul grande schermo in ben due film L’uomo in più (2001), nel quale ha il ruolo della madre del protagonista interpretato da Toni Servillo e recita accanto a Nello Mascia, Andrea Renzi e Ninni Bruschetta e Le conseguenze dell’amore (2004), dove ha il ruolo della moglie dello squattrinato e disperato Raffaele Pisu. Due ruoli che lasciano decisamente il segno.

About this Item: Thames Hudson Ltd, United Kingdom, 2011. Paperback. Condition: New. Attrici non protagoniste: Adriana Asti, Nicoletta Braschi, Sabrina Ferilli, Anna Foglietta e Kasia Smutniak.Nella speciale selezione per la commedia tra protagonisti e non, in ordine alfabetico: Sonia Bergamasco, Barbara Bouchet, Paola Cortellesi, Claudia Gerini e Serena Rossi in coppia, Miriam Leone, Ilenia Pastorelli e Sara Serraiocco e, al maschile, Antonio Albanese, insieme a Carlo Buccirosso e Giampaolo Morelli, Sergio Castellitto, Edoardo Leo, Marco Giallini, Massimo Popolizio, Carlo Verdone. Nella sceneggiatura, quattro titoli in corsa come Dogman, A casa tutti bene, Loro 1 e 2 (guarda la video recensione), Nico,1988 e L’intrusa. Per le opere prime troviamo: Dario Albertini (Manuel), Valerio Attanasio (Il Tuttofare), Donato Carrisi (La ragazza nella nebbia), Fabio e Damiano D’Innocenzo (La terra dell’abbastanza) e Annarita Zambrano (Dopo la guerra).Nastro speciale a Paolo Taviani, anche in ricordo di Vittorio, per Una questione privata (guarda la video recensione) e due riconoscimenti internazionali per i lavori ‘americani’ di Paolo Virzì (Ella The Leisure Seeker) e Vittorio Storaro per La ruota delle meraviglie (guarda la video recensione), ‘cinematografato’ per Woody Allen.