Chi crede nell Supremo, omnipotente, omniveggette, omnipresente, rivolgersi a lui per strada, in un edificio di qualsiasi natura o in casa propria, sempre ad Esso si rivolge e non saranno certo dei mattoni o cemento a delineare la proprietà di un luogo. Per quanto concerne invece la seconda parte dell basti parlare con molte persone di fede a sinistra per rendersi conto della duplicità, io la chiamo idiozia congenita, nel criticare e respingere l nel privato, salvo poi a sperticarsi in laudi eccelse al buonismo integrazionista in pubbliche occasioni. Scommetterei qualsiasi cosa che in un referendum sulla questione accoglimento la valanga di no supererebbe di lunga il elettorale delle varie sinistre..

Linee allungate ed essenziali vicine al corpo. Spolverini lunghi fino a terra sono abbinati a shorts e tops tagliati a t shirt; abiti aderenti sono costruiti con giochi di fitte plissettature nel busto o sui fianchi. La rete declinata come motivo decorativo in tutta la collezione: a maglie larghe per tuniche e tops a rettangolo, ricamata con paillettes per gonne al polpaccio portate con bustiers drappeggiati o con polo shirts di ispirazione atletica.

“Ci sono persone che non riescono mai a vedere un film italiano al cinema, sono costrette ad aspettare l’uscita in dvd o il passaggio tv spiega il produttore Domenico Procacci sarebbe bello che le sale si attrezzassero d’ora in poi con dei display appositi, se c’è qualche non udente in sala; ci vorrà del tempo, ma speriamo che questo impegno vada avanti.” Per ora, hanno aderito l’Apollo di Milano, il Modernissimo di Napoli, l’Astra di Padova, il Piccolo di Bari e il Politecnico Fandango di Roma.Il film racconta di un gruppo di quarantenni squinternati. un gruppo particolarmente sfortunato o rappresenta uno spaccato reale?Muccino: Non voglio che si pensi che questo è un film sui quarantenni come non volevo che all’epoca dell’Ultimo bacio si pensasse che facevo un film sui trentenni: non mi posso mettere in cattedra, la mia è una visione limitata. Ma quel che vedo è una generazione in cui il rapporto di coppia è più nevrotizzato e complesso di anni fa, alle donne si chiede moltissimo e gli uomini vivono un profondo disorientamento e hanno bisogno di parlare tra loro per cercare di capire le loro donne.Nel suo film i bambini sono testimoni muti, vittime che ci guardano?Muccino: La responsabilità di chi siamo e cosa tramandiamo ai nostri figli è una responsabilità grande, i collassi famigliari fanno dei bambini degli adulti con dei problemi quasi certi.